Templaria Festival 2019

SPECTACULI DE LO QUINTUM DIE DE FESTA

 
 
da le ore 19.00
Apertura de lo mercato medievale, de le botteghe de le arti et li mestieri, delle taberne et de le hostarie. Musici et giocolieri, predicatori et affabulatori, trampolieri, cantastorie et menestrelli v’allieteranno pe le piazze e le vie

 

 

 

TEATRO DE L’OSPITALE

ore 20:10 IL GOBBO DI CICIGNANO
Gobbo de spectaculo rapisce il viandante. Grosse risa colman la bocca de’l passante. Sanza la favella egli s’avventura, ma d’onne acrobazia mai non ha paura.  

 

ore 20:30 FALCONG

Aquile, falchi, lupi, gufi et poiane dell’omo alleati per tradizioni federiciane. Volaran su li capi de le pulzelle et per li occhi di chi li leva a rimirar le stelle.

 

ore 21:00, 22:30, 23:30 GIULLARI DI DAVIDE ROSSI

Sublime arte in codesto spectaculo giocoso, le genti tutte lo dicon maraviglioso. Stupiti e attoniti il serpente rende, si perde l’senno pe’ antique leggende.  

 

ore 21:30, 23:00 LUCI SULLA DANZA

Beltade et peritia le lor virtute, leggiadre donzelle da Tersicore venute. Atavica armonia tra ‘l senno et la follia, la danza ammalia in suave allegoria.

 

ore 21:55 LA COMBRICCOLA DEI LILLIPUZIANI

Ne l’audirli stupito est l’avventore de l’hostaria. Per omini et pargoli son forieri d’allegria. Antiqua giullaria et stramba giocoleria gli astanti burla e irride e ‘l tristo mena via.

 

ore 22:20 LI CIMBALI ET TRIPUDIUM CLARETI

Cantighe ve intonaranno, musica antiqua et lieve cantaranno.
Perdesi nella notte de tempi l’origin de’ loro passatempi. Cantan lo latino medievale et la lengua franco provenzale.

Note soavi si levano lievi presso il borgo che fu de Templari. Fanciulle di leggiadria sanza pari, son di danze maestre e a moversi leste.   ⇑

 

 

 

TEATRO DE’ TEMPLARI

ore 21:00 TRIPUDIUM CLARETI

Note soavi si levano lievi presso il borgo che fu de Templari. Fanciulle di leggiadria sanza pari, son di danze maestre e a moversi leste.

 

ore 21:20, 23:30 COMPAGNIA DI SANTO MACINELLO

… or ora sortisce da l’hostaria l’ilar Sperone de la viva goliardia. Santo Macinello iracondo et cum lo foco in vena, per la socera smania, s’accende e aggiusta pena. Un sortilegio inventa e il tonto istupisce, cum gran maestria in ver lo stolto schernisce.

 

ore 21:40 – 23:00 LUCUTHEA

Li Bagaceni – Di lontano arriva la creatura, il passante vien colto da paura. Magie e prodigi col gobbo faranno, tra guizzi e lazzi ve encantaranno. 

 

ore 22:00 FUTHARK MWM FIRM

Musica del medio tempo con bombarde, cornamuse et sonagli fatti rimirando antique picture e cartigli. Vocati a lo vento e a lo spirto che tutto pervade allietano le ore, secundo e’l modo dorico in la e re minore.

 

ore 22:30 LI NADARI GIULLARI

Attori et giullari a far gioco tra le genti. Irriverenti abbundano beffardi abbonimenti. Lo canto de’l tamburo arriva dopo e lesto annuncia l’arrivo de lo foco.

   ⇑

 

 

 

ORTO DE LA MADONNA

ore 20:40, 21:50, 23:00 CIRCO SONAMBULOS

Due giullari van di piazza in piazza cercando di divertire le genti per riempire la panza. Ma la fame è tanta e li tempi sono duri per questo in scena nascono sentimenti impuri.Tra salti acrobatici, lanci di mazze e fuoco infuocato lo pubblico tutto rimane senza fiato. Tra qualche scontro e gelosia la pazza comedia porta infine a tutti l’allegria.

 

ore 21:10, 22:20 KALU – EXPERIMENTAR LA GIOCOLERIA

Attende il giocolier le donzelle et li fanciulli tutti, ad indicar del giocolier li movimenti esatti.

 

ore 23:30 KALU KALU

Giocoliere il giullare, cum li piedi le sfere fa rullare. Cum gaudio e risa lo spettator istupisce, cum gran maestria lo foco accudisce.   ⇑

 

 

 

TEATRO DE LO TAU

ore 20:30 LUCUTHEA

Li Bagaceni – Di lontano arriva la creatura, il passante vien colto da paura. Magie e prodigi col gobbo faranno, tra guizzi e lazzi ve encantaranno..

 

ore 21:00 GIULLARI DI SPADE

Musica et canti et historie a raccontar le gesta di dame e messeri, traditori et cavalieri, giullarate et avventurieri.

 

ore 21:30 ROTA TEMPORIS

Suoni del tempo medio inondano l’aere cum la cornamusa, da pive e davul esultanza è effusa. Madonne e messeri si bean de l’atmosfera, donzelle danzan fin a notte dalla sera.

 

ore 22:00 CIPOLLE MUSICI

Arrivar s’odon da molto lontano et tosto vien da batter e’l tempo cum la mano. Gaudio, canto et musica recano da antica corte e la rua s’avviva risonando forte.

 

ore 22:30 IL GOBBO DI CICIGNANO

Gobbo de spectaculo rapisce il viandante. Grosse risa colman la bocca de’l passante. Sanza la favella egli s’avventura, ma d’onne acrobazia mai non ha paura.

 

ore 23:00 LI CIMBALI

Cantighe ve intonaranno, cum musica antiqua et lieve danzaranno.
Perdesi nella notte de tempi l’origin de’ loro passatempi. Cantan lo latino medievale et la lengua franco provenzale.
 

 

ore 23:20 LI NADARI GIULLARI

Attori et giullari a far gioco tra le genti. Irriverenti abbundano beffardi abbonimenti. Lo canto de’l tamburo arriva dopo e lesto annuncia l’arrivo de lo foco.

 

ore 23:45 TRIPUDIUM CLARETI

Note soavi si levano lievi presso il borgo che fu de Templari. Fanciulle di leggiadria sanza pari, son di danze maestre e a moversi leste.

 

ore 00:05 TERJESTER

Quand’anni or sono iniziaron a sonare “La Corte di Lunas” se fecer chiamare. Giunto il momento de cambiare, mantenner le lor musiche leste e divenner Li Giullari di Tergeste.   ⇑

 

 

 

TEATRO DE LA GOLA

ore 19:10 IL RIMATTORE

Impavido menestrello et istrionico frate ciarlatano dalla favella sciolta et la rima in mano. Esilarante giullarata in rima improvvisata, ove lo spettatore inventa e lo copione deventa.

 

ore 19:40 I CIMBALI ET TRIPUDIUM CLARETI

Cantighe ve intonaranno, musica antiqua et lieve cantaranno.
Perdesi nella notte de tempi l’origin de’ loro passatempi. Cantan lo latino medievale et la lengua franco provenzale.

Note soavi si levano lievi presso il borgo che fu de Templari. Fanciulle di leggiadria sanza pari, son di danze maestre e a moversi leste.

 

ore 20:00, 23:20 LE CIPOLLE MUSICI

Arrivar s’odon da molto lontano et tosto vien da batter e’l tempo cum la mano. Gaudio, canto et musica recano da antica corte e la rua s’avviva risonando forte.

 

ore 20:20 COMPAGNIA DI SANTO MACINELLO

…Or ora sortisce da l’hostaria l’ilar Sperone de la viva goliardia. Santo Macinello iracondo et cum lo foco in vena, per la socera smania, s’accende e aggiusta pena. Un sortilegio inventa e il tonto istupisce, cum gran maestria in ver lo stolto schernisce.

 

ore 20:40, 22:30, 1:00 ROTA TEMPORIS

Suoni del tempo medio inondano l’aere cum la cornamusa, da pive e davul esultanza è effusa. Madonne e messeri si bean de l’atmosfera, donzelle danzan fin a notte dalla sera.

 

ore 21:00 LI NADARI GIULLARI

Attori et giullari a far gioco tra le genti. Irriverenti abbundano beffardi abbonimenti. Lo canto de’l tamburo arriva dopo e lesto annuncia l’arrivo de lo foco.

 

ore 21:20 FALCONG 

Aquile, falchi, lupi, gufi et poiane dell’omo alleati per tradizioni federiciane. Volaran su li capi de le pulzelle et per li occhi di chi li leva a rimirar le stelle.

 

ore 21:40, 23:00 FOCUS VITAE e MONACI TEMPLARI

Pe le vie e le piazze de li tamburi si leva il fragor e tosto s’ode montare il clamor. È questa la falange de li omini de foco fatti, que mai mancan de lasciar madonne e messeri stupefatti.

Regressan da la Crociata li Templari e cum lor menano proseliti cum consunti calzari. Fu dai primi nove che partì la leggenda, li attendeva gloria, potere, fama e una fine orrenda.

 

ore 22:00, 00:00 GIULLARI DI SPADE

Musica et canti et historie a raccontar le gesta di dame e messeri, traditori et cavalieri, giullarate et avventurieri.

 

ore 23:45, 1:40 FERA SANCTI

Foco, virtù de spada et combattimento, a lo torneo se recan cum magno ardimento. Spietata è la battaglia fin dal prio fendente, s’ode il tonar de le lame da oriente a occidente.

 

ore 00:30, 1:30 FUTHARK MWM FIRM

Musica del medio tempo con bombarde, cornamuse et sonagli fatti rimirando antique picture e cartigli. Vocati a lo vento e a lo spirto che tutto pervade allietano le ore, secundo e’l modo dorico in la e re minore.   ⇑

 

 

 

TEATRO DE LO SOLE

ore 21:00 LI CIMBALI 

Cantighe ve intonaranno, cum musica antiqua et lieve danzaranno.
Perdesi nella notte de tempi l’origin de’ loro passatempi. Cantan lo latino medievale et la lengua franco provenzale.

 

ore 21:25, 22:30, 23:30 DE ALCHIMIA

“Maraculo” è il lor coro et il clamor fermenta, se ‘l frate esilarante alchimista diventa. Prodigi o experimenti faranno cum li pimenti? A vo’ l’ardua sentenza per codesti figuri irriverenti.

 

ore 21:55 FOCUS VITAE 

Pe le vie e le piazze de li tamburi si leva il fragor e tosto s’ode montare il clamor. È questa la falange de li omini de foco fatti, que mai mancan de lasciar madonne e messeri stupefatti.

 

ore 22:00, 23:00 TETRAEDO

Ex tenebris Lux – Da le tenebre a frangere l’ignavia de le genti, dipinti surgono come fulgidi fendenti.
Historie frescate di ombra e chiari accenti, memorie narrate da tabulae viventi.
   ⇑

 

 

 

TEATRO DE LA CONFRATERNITA

ore 21:00, 22:15 FERA SANCTI

Foco, virtù de spada et combattimento, a lo torneo se recan cum magno ardimento. Spietata è la battaglia fin dal prio fendente, s’ode il tonar de le lame da oriente a occidente.

 

21:30, 22:35,  CIRCOPLA’

Et Ultra – Vaga affascinata la mente per quella tenebra col timor compiacente. Danza mirando a la luce la coscienza, per disvelar segreti e negar l’apparenza.   ⇑

 

 

 

TEATRO DE SAN PIETRO

ore 21:55, 23:00 MERCENARI D’ORIENTE

Victoria in Inferos – Ritorna da le guerre il crociato valoroso, destino infame lo attende doloroso.
L’amata ch’avea scelto per la vita, nell’Ade attende dal maligno ghermita.
Di novo s’arma d’eroico coraggio, per affrontar il prode il suo più tristo viaggio.
Sugli inferi l’audace conquista la vittoria, donando la sua vita e la di lui memoria.

 

ore 23:20 FOCUS VITAE 

Pe le vie e le piazze de li tamburi si leva il fragor e tosto s’ode montare il clamor. È questa la falange de li omini de foco fatti, que mai mancan de lasciar madonne e messeri stupefatti.

 

21:20, 23:25, 00:00 DELTA PROJECTIONS

De nova peritia li pilastri move, beltà munifica ‘l animo commove. Par venuto dal ciel lo mastro costruttore che conta e illumena e rapisce il core.    ⇑

 

 

 

TEATRO DE LA OCA

Da le ore 20:00 LA COMPAGNIA DE LA OCA MAFALDA
Al molino insu la donna v’è acceso dibattimento. Il detrattor irato leva accuse et ammonimenti, l’estimator la lauda de boni sentimenti .   ⇑

 

 

 

TEATRO DEL GOLGOTA – LE CARCERI

da le ore 22:00 LI CONDANNATI*
Varcata delle carceri la soglia, peccatori in catene accusan ogni doglia. Torture, frusta et mazza li ingredienti di codesto spectaculo greve di patimenti. Ammonisce il mistico boia a ravvederse da’ malcostumati vezzi. S’aggira livido et severo eppur prodigo d’ilari lazzi.   ⇑

 

*Notino Bene i Messeri et le Madame: a varcar la soglia seranno sol 15 o 20 omeni per volta.

 

 

Tra li altri a far spectaculo encontrarete…

  • I LEBBROSI

A pustole et piaghe condannati, in un canto buio si vedon accasciati. Segnati da destino infame i ceffi, eppur non mancan di lanciar lazzi e sberleffi.

 

  • FRA TROMBON DE CHIAVAVALLE

Antiqua et imponente è la figura del confessore che ammonisce, rimprovera et tortura. Ma Fra Trombon non i castighi divini minaccia, bensì di far ammenda consiglia tra lussuria, bon vino e una focaccia.

 

  • LI FRATICELLI

L’ambrata bevanda che suole rinfrescar le arse gole è la loro missione, ma nel mentre che birra disseta, l’occhio di fuoco riaccende et infoca de risa et passione.  

 

  • LE ARTI ET I MESTIERI

Lo fabbro ferraio, lo calzolaro, li mugnari, li panattieri, l’araba spetiera, lo falegname, lo pictore, le merlettaie, la cestaia, la cuoiaia, la majolicara, la milizia e la iscola de jocolaria, le divinatrici de le rune, de li tarocchi e de le mani, li giuochi e tanti altri.   ⇑

 

…cammin facendo…

 

 
da le ore 19.00, se v’aggradarà, podarete visitar
 

 

 

   ⇑

 

e per le vie del borgo…la soave musica de li amici

 

Artefactum

 

Imago Vocis
 

 

ET A LE ORE 00:10…NE LO TEATRO DE SAN PIETRO

LA COMPAGNIA DEI FOLLI

ve presenta

FIAT LUX

 

Lo spirto umano errava iracondo,
E venne lo foco che arse ‘l mondo.
A eterno inferno parea dannato,
per aver di viltà troppo abusato.
Ma irruppe chiarore e dilaniò ‘l timore
de nova era annunciò l’albore.
Luce rifulge al fin splendente
le tenebre fuga cum forza dirompente.

 

   ⇑

 

La proloco si riserva di variare senza preavviso il programma degli spettacoli.